Cultura

Il Bookclub LeggerMente Noi incontra il Prof. Castoro

Il bookclub LeggerMenteNoi ha organizzato: “Io esco con la fantasia live 2”, rassegna culturale arrivata alla seconda edizione e che quest’anno ha avuto come ospite il prof.Castoro, docente universitario e filosofo della comunicazione. La serata, tenutasi nella sede della Misericordia di Orta Nova, è iniziata con le consuete proposte di lettura, per poi proseguire con l’approfondimento dell’ultimo libro scritto dal prof. Castoro “Covideocracy”, presentato dalle organizzatrici dell’evento: Giovanna Ciletti e Vanna Gaeta. Traghettati dall’illuminante visione del professore, ci si è introdotti nella discussione del tema del momento: il Covid; con un’attenta disquisizione, Castoro ha spiegato le motivazioni che lo hanno spinto a scrivere questo libro e le sue ferme convinzioni sulla gestione delle comunicazioni in tempi di pandemia. Senza volervi spoilerare troppo, il prof.Castoro, descrive così il contenuto del suo ultimo lavoro: “Il mio libro è uno studio sulla”videocrazia” all’epoca del Covid. Quella che ingloba, elabora e ci reinvia una sorta di Covid-chimera frutto delle sue contingenze biologiche e sanitarie, ma anche delle misperception che gli continuano,giorno per giorno, ad essere costruite intorno. Un virus metà chimico e metà fosforescente. Non a caso nella copertina ho inserito un clown (l’elemento neutro e impersonale del Sistema che si auto-riproduce) che maneggia nelle vesti di un giocoliere tre palline: quella morfologica dell’agente patogeno che tutti abbiamo imparato a conoscere, il globo terracqueo sul quale viviamo fatto di stati e mari, e il pianeta nella sua versione cablata e intessuta di telecomunicazioni. Oggi come Covid dobbiamo definire questo mix letale, questa pianta carnivora che ha vari petali nella sua corolla. Inoltre, in tv e sui media, mai come in questo periodo di emergenza, si sente tutto ed il contrario di tutto e spessissimo viene chiamato a dire la sua sul virus anche chi non è titolato a farlo, con l’inevitabile conseguenza di seminare disinformazione e paure talvolta ingiustificate. Non sono state indagate le cause antropiche del virus visto con troppa linearità come “flagello”, le responsabilità a livello di malasanità territoriale, la finanziarizzazione della medicina; nemmeno evidenziati i conflitti di interessi dei guru della Scienza, i raffronti con altre malattie in Italia e nel mondo, quest’anno e nei precedenti, lo smantellamento del Welfare, le logiche profittevoli di un di un infotainment che fa spettacolo pure su pazienti attaccati a ecografi, sacche,ventilatori e vecchietti agonizzanti. È questa metodologia che è mancata e le cui contraddizioni ho cercato di ricostruire nel mio Covideocracy”. Incontro interessante, pieno di spunti di riflessione senza che siamo mancati confronti e scambi di idee sull’argomento Covid; un pubblico attento ha partecipato attivamente al dibattito, intervenendo con domande d’approfondimento. Le impressioni del prof.Castoro riguardo alla serata:”È stato un grande piacere ripartire con il mio tour nazionale, bloccato a ottobre a causa delle misure restrittive varate da Conte, proprio dal territorio, quello foggiano ,che mi ha visto nascere. Il Bookclub di Orta Nova non lo conoscevo, ma è stata una piacevolissima scoperta, fatta di persone capaci,competenti, ospitali e appassionatissime, che vedono nella diffusione della cultura, delle idee, nel recupero dei classici e nel confronto su scottanti temi di attualità uno strumento nobile di apprendimento e crescita collettiva. Valori purtroppo che si stanno perdendo a livello nazionale,e che ritrovano smalto e splendore proprio nelle iniziative autogestite, territoriali,associazionistiche. Una mia personale menzione di onore ed eccellenza a Maria Giovanna,Vanna e il loro team, a Francesco e Valeria, valenti giornalisti che hanno condotto la serata a fianco a me,con domande intriganti e mai banali”. Indiscutibile l’importanza che il “LeggerMenteNoi” ricopre  sul piano culturale e la rilevanza di eventi che prendono sempre più piede in un contesto che spesso è deficitario  di tali realtà, permettendo di sperimentare nuove forme di aggregazione e conoscenza a tutto tondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: