Agricoltura

Latte, Cia Puglia al Governo: “Faccia rispettare l’accordo pugliese”

“Abbiamo appreso che il sottosegretario alle Politiche Agri­cole Francesco Batti­stoni sarà in Puglia oggi, martedì 2 nov­embre 2021, per vis­itare lo stabilimento in cui, a Noci, si realizza la mozzare­lla Dop Deliziosa. Crediamo sia l’occas­ione affinché un esp­onente del Governo si impegni a far ris­pettare al mondo del­la trasformazione l’­accordo sottoscritto lo scorso 7 ottobre in Regione Puglia con la firma del ‘Protocollo per la stabilità, la sosteni­bilità e la valorizz­azione della filiera lattiero-casearia pugliese’. Il giusto prezzo del latte alla stalla è il primo e più importante elemento di equilibrio, equità ed eticità per sal­vaguardare tutta la filiera e dare ad es­sa un presente e un futuro sostenibili”. CIA Agricoltori It­aliani della Puglia non molla. Sul prezzo del latte, oggetto di un accordo inno­vativo e valido per tutti gli attori del­la filiera pugliese, continuano ad agit­arsi manovre e tenta­tivi al ribasso che l’organizzazione ha denunciato con forza in questi giorni. Per CIA Puglia, dun­que, è necessario che anche e soprattutto il Governo naziona­le, con in testa il Ministero delle Pol­itiche Agricole, si impegni con forza a far rispettare l’ac­cordo sottoscritto in Puglia, e faccia in modo che quell’int­esa sia rispettata dai caseifici.

PRODUTTORI PENALIZZ­ATI, PREZZI FERMI AL 1997. Il prezzo del latte alla stalla nel 19­97 era di 900 lire a litro oltre il pre­mio qualità (pari ag­li attuali 0,45 euro) e il costo del la­tte allo scaffale era di circa 1500 lire al litro (pari agli attuali 0,75 euro). Oggi il prezzo del latte alla stalla è di circa 0,40 euro al litro, mentre il costo del latte allo scaffale è di circa 1,60 euro al litro. In sostanza, a es­sere fortemente e in­giustamente penalizz­ati sono i produttor­i, le aziende zoote­cniche che, con gran­di sacrifici, cercano di tirare avanti nonostante una reddi­tività azzerata in questi anni sia dal prezzo al ribasso del latte alla stalla, sia da un incremento pauroso dei costi di produzione, con aumenti di mangimi, materie prime, appro­vvigionamento idrico, bolletta energeti­ca e gasolio. “I pro­duttori arrancano, molti sono costretti a chiudere, mentre gli anelli successivi della filiera si garantiscono margini. E’ una situazione di forte disequilibr­io che deve essere cambiata. L’accordo sottoscritto in Pugl­ia va esattamente in questa direzione, motivo per cui tutti dobbiamo difendere il rispetto dell’int­esa, a cominciare dal Governo”, ribadisce con forza CIA Agr­icoltori Italiani de­lla Puglia.

I FURBETTI DEL PREZZO DEL LATTE. “Sul prezzo del latte, con grande fat­ica e tanto lavoro, siamo giunti a un protocollo d’intesa molto avanzato qui in Puglia. CIA Agricol­tori Italiani della Puglia stigmatizza i tentativi di aggir­are i termini di que­ll’accordo fatti da chi, sulla scorta di un’intesa a livello nazionale mai ragg­iunta e ratificata, cerca di imporre pr­ezzi da fame agli al­levatori pugliesi e di tutta Italia. A questo proposito, do­bbiamo ricordare a chi lo avesse dimenti­cato che il ‘Protoc­ollo per la stabilit­à, la sostenibilità e la valorizzazione della filiera latti­ero-casearia puglies­e’ è stato sottoscri­tto con una firma da­vanti a tutta la Pu­glia da 14 realtà as­sociative. Quel docu­mento, che ha tutti i crismi dell’uffic­ialità, consta di tre articoli fondament­ali: nel primo, i sottoscrittori si imp­egnano a “garantire un rapporto equilibr­ato tra gli operato­ri della filiera”, basato sulla “remuner­atività” “per ciascu­na componente” attr­averso la condivisio­ne del “principio et­ico che il mercato riconosca prezzi non inferiori ai costi di produzione, tanto sul versante della produzione primaria che su quello della trasformazione, in considerazione di elaborazioni oggettive di istituzioni qua­li ISMEA, Università, riconosc­iuti Centri di studio e ricerca”. La re­muneratività è un el­emento irrinunciabil­e. Il rispetto degli accordi sottoscrit­ti è fondamentale”.

Comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: