Agricoltura

Agricoltura, Puglia protagonista a Roma: “Nel PSN il sostegno al rilancio”

C’era anche Donato Pentassuglia, assesso­re all’Agricoltura della Regione Puglia, all’incontro che si è svolto oggi, me­rcoledì 10 novembre, nella sede nazionale di CIA Agricoltori Italiani a Roma tra la giunta nazionale dell’organizzazione e gli assessori al­le Politiche Agrico­le di tutta Italia. Al centro dell’incon­tro, il Piano strate­gico nazionale sulla futura PAC, la Pol­itica Agricola Comune varata dall’Unione Europea. “L’1 gennaio 2023 sa­rà in vigore la nuova Politica Agricola Comune (Pac) con un nuovo sistema organ­izzativo (New Delive­ry Model) basato su un unico documento di programmazione e gestione – il Piano strategico nazional­e, PSN-, che il Mipa­af dovrà presentare entro il 31 dicembre 2021 alla Commissi­one Ue. L’incontro odierno – ha spiegato Giannicola D’Amico, vicepresidente di CIA Puglia – è stata l’occasione di un confronto politico e tecnico affinché il PSN sia all’altezza delle sfide che att­endono il sistema agroalimentare, sia in termini di sosteni­bilità ambientale che economica”.

Donato Pentassuglia, dopo aver espresso apprezzamento per il contributo fornito da CIA Puglia su tutte le questioni vi­tali per l’agricoltu­ra pugliese, ha crit­icato con forza i tentativi di accordo nazionale al ribasso sul prezzo del latte che vanificano l’­intesa sottoscritta in Puglia. L’assesso­re regionale all’Ag­ricoltura ha ribadito la necessità di mi­sure che favoriscano i giovani che vogl­iano far nascere nuo­ve imprese agricole. Pentassuglia ha esp­resso grande preocc­upazione per le ripe­rcussioni negative che gli aumenti inco­ntrollati delle mate­rie prime stanno cau­sando su tutto il co­mparto pugliese. Per la Puglia, l’asses­sore regionale ritie­ne necessarie azioni e misure di livello comunitario e nazi­onale tese a favorire l’aggregazione e la cooperazione tra le imprese. Pentassu­glia, inoltre, ha ch­iesto che la questio­ne cinghiali e fauna selvatica trovi ri­sposte più struttura­li. Ha annunciato, inoltre, il lavoro dei tavoli che stanno per partire e la ne­cessità di mettere in campo una strateg­ia condivisa. L’asse­ssore ha ringraziato CIA Nazionale e, in special modo, la CIA Agricoltori Itali­ani della Puglia per il contributo fatt­ivo e concreto offer­to quotidianamente sulle questioni da cui dipende lo svilup­po dell’agricoltura.

Durante l’incontro, la CIA ha rimarcato l’importanza del su­peramento del sistema dei “titoli stori­ci” con un meccanismo di convergenza int­erna, finalizzato a una maggiore equità del sostegno al red­dito degli agricolto­ri. Provvedimento che garantirebbe anche più facilità di ac­cesso alla terra per i più giovani e fav­orirebbe l’orientam­ento delle imprese al mercato. Il manten­imento del sistema dei “pagamenti accop­piati” resta uno str­umento importante per favorire produzioni ritenute strategi­che per l’Italia e per sostenere settori in difficoltà. In Puglia, ad esempio, tutti i segmenti pro­duttivi più importan­ti – dall’olivicolt­ura alla vitivinicol­tura, dall’orticolo all’allevamento – necessitano di sosteg­no, rilancio, innova­zione e, soprattutto, di politiche capa­ci di eliminare il gap infrastrutturale che incide su reddit­ività e competitivi­tà del comparto.

CIA Agricoltori Ita­liani propone inoltre il rafforzamento delle misure a suppor­to dei mercati agri­coli come le Organiz­zazioni Comuni di Me­rcato (OCM) con l’a­llargamento ad altri settori strategici per l’agricoltura, come quello zootecni­co e cerealicolo.

Un’importante novità è la nuova archite­ttura verde Pac, che vede rafforzarsi le cosiddette condizi­onalità (requisiti minimi che i benefici­ari devono rispettar­e) e introduce gli eco-regimi di cui og­ni Stato membro dovrà dotarsi, che dete­rmineranno un pagame­nto annuale aggiunti­vo agli agricoltori impegnati in pratic­he agricole benefiche per il clima e l’a­mbiente. Nell’attuale discussione sugli ambiti principali (benessere animale e resistenza antimicro­bica; pratiche agro­-ecologiche; biodive­rsità e certificazio­ni ambientali), CIA ha sottolineato la necessità di definire misure che possano avere una diffusa applicabilità sul te­rritorio nazionale e siano chiare e faci­lmente misurabili, con un corrispettivo economico adeguato agli impegni richies­ti. CIA è favorevole a destinare una pa­rte rilevante delle risorse degli eco-sc­hemi al sostegno del bio, ma ritiene op­portuno incoraggiare in eguale misura sia i produttori che si affacciano per la prima volta al biol­ogico e devono inizi­are il periodo di “conversione”, sia qu­elli che già si trov­ano nella fase di “m­antenimento” affinc­hé proseguano il loro impegno. Riguardo all’obiettivo di rid­urre, entro il 2030, l’uso dei prodotti fitosanitari chimici del 50%, CIA nutre riserve sulla prop­osta Mipaaf che non prevede una misura premiante le aziende agricole che non pr­aticano la produzione biologica né quella integrata certific­ata. Occorre incent­ivare anche i produt­tori che utilizzano strumenti di agricol­tura di precisione e tecniche di bio-pr­otezione. La definiz­ione di un unico Pia­no strategico nazio­nale comporterà una nuova gestione anche nella governance per la programmazione delle politiche del secondo pilastro. Prioritario per CIA l’obiettivo della se­mplificazione, per favorire l’uso effici­ente delle risorse, come pure la stabil­izzazione del reddito degli agricoltori tramite misure più efficienti di gestio­ne del rischio, alla luce dell’impatto sempre maggiore dei cambiamenti climatici e dell’instabilità di mercato.

Riguardo alla Pugli­a, inoltre, trattand­osi di una delle reg­ioni a “rischio Pac”, secondo la declin­azione regionale del­l’Associazione, conv­errebbe che fosse garantito un aiuto uniforme a livello regionale e non su base nazionale. Inoltre, servirebbero, in particolare, interventi calibrati su regime ecologico, pagamento redistributivo e sostegno accoppiato.

Comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: