Attualità

Stornarella, 52 i positivi al Covid-19. Colia: “Interventi per i 5 Reali Siti”

In questi giorni in tanti si sono chiesti perché non ho fatto alcun aggiornamento sulla situazione coronavirus a Stornarella.
La ragione è che ho voluto effettuare riscontri sui dati in mio possesso, su quelli della ASL e della Prefettura, perché sono convinto che su questioni così importanti non si può essere approssimati e superficiali. L’analisi dei numeri, fatta con il supporto di chi su questi ci lavora ogni giorno, aiuta a caratterizzare la diffusione del contagio e ad avere elementi per capire, in primis, la realtà dei fatti e poi a decidere quali azioni utili mettere in atto di concerto con le altre autorità preposte per tentare di limitare la diffusione del contagio. In una situazione complessa e confusa come quella che stiamo vivendo è bene provare ad essere più razionali possibili ed evitare di prendere decisioni “di pancia”.
Un esempio per chiarire!
Non si chiude la scuola perché la chiude un altro comune che ha una situazione diversa dalla nostra. Diverse classi in quarantena, casi positivi tra insegnanti e il resto del personale ed dove è già intervenuta la ASL per il tracciamento contatti diretti dei soggetti positivi. Se non ricorrono determinate condizioni, i presupposti richiesti per adottare un’ordinanza in base all’art.50 comma 5 del T.U.E.L. “in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale”, non ci sono.
Chiarisco anche un altro aspetto. Quando da qualche settimana si è letto sulla stampa online e che siamo diventati zona rossa, tutti hanno immaginato il blocco che fu istituito per i 12 comuni del Lodigiano (Codogno, ecc) durante il primo lockdown. Nel nostro caso, invece, si tratta semplicemente della classificazione utilizzata dalla regione Regione Puglia per i comuni che hanno superato i 50 casi positivi (lo sono circa l’80% dei comuni pugliesi. Vedi foto allegata).

Diverso sarà nel caso in cui verranno riconosciute, dal Governo, su proposta della Regione Puglia “Zona Rossa” le province di Foggia e BAT.
Solo in quel caso scatteranno nuove misure restrittive.
La crescita esponenziale numeri da noi ha subito una lieve flessione grazie anche alla negativizzazione di diversi casi. I nuovi si stanno verificando quasi sempre come diffusione tra componenti di uno stesso nucleo familiare. Per questa ragione, colgo l’occasione per esortare le famiglie, ove si dovessero verificare sintomi in uno dei componenti, oltre ovviamente ad informare il proprio medico di famiglia, di attuare subito misure di autoisolamento del potenziale positivo ma anche del resto dei familiari che invece in alcuni casi continuano la normale vita di relazioni (in giro per il paese) in attesa della chiamata della ASL. Questi comportamenti superficiali e irresponsabili possono compromettere la salute di tante altre persone.
Ad ogni modo, i POSITIVI attuali sono 52. Esprimo un abbraccio e vicinanza a nome della intera comunità a tutti e in particolare a chi sta ancora avendo particolari difficoltà a superare questo brutto momento.
In questi giorni, ho scritto al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, all’Assessore alla Sanità, Pier Luigi Lopalco, e al Direttore Generale della ASL, Vito Piazzolla, per descrivere la situazione di contesto del nostro paese e chiedere interventi mirati a contrastare la diffusione del contagio.
Ho chiesto inoltre che se per questioni tecnico organizzative non sia possibile attuare determinati interventi localizzati che gli stessi vengano adottati per il bacino di utenza dei 5 Reali Siti. Rivolgo una ulteriore preghiera a chi dovesse avere problemi. Consigliatevi sempre con il vostro medico di famiglia.
Si deve evitare la corsa a test e tamponi vari senza il rispetto di determinate regole (anche sulla tempistica) perché si potrebbero avere risultati non veritieri con tutte le conseguenze del caso. In fine mi preme ringraziare l’Associazione San Francesco” che sta provvedendo alle necessità di chi è in ospedale e su richiesta intervene per situazioni di reali necessità. (Tel.328 083 0983)
Vi saluto e vi terrò aggiornati come sempre. Buona giornata

Il sindaco di Stornarella, Massimo Colia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: