Sanità

Ossigeno liquido prescrivibile dai medici di famiglia. Menga e Lovecchio (M5S): “Soddisfatti per la soluzione all’emergenza”

“Far fronte alla carenza di ossigeno gassoso per la terapia domiciliare seguendo l’esempio della Regione Campania era l’unica strada percorribile nell’immediatezza dell’emergenza Covid. Siamo felici che la Regione, su nostra sollecitazione, abbia finalmente deciso di autorizzare la prescrizione in deroga da parte dei medici di Medicina Generale e Pediatri di Libera scelta del servizio di ossigenoterapia liquida domiciliare.” Lo scrivono i parlamentari del Movimento 5 Stelle di Capitanata, Rosa Menga e Giorgio Lovecchio che la scorsa settimana, raccogliendo la segnalazione del portavoce m5S al Comune di Foggia, Giuseppe Fatigato, e  le richieste di intervento giunte dai farmacisti foggiani, avevano chiesto al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e all’Assessore alla Sanità, Pier Luigi Lopalco, di attivarsi in tal senso. “Un provvedimento – continuano Menga e Lovecchio – che potrebbe salvare delle vite, non solo dei pazienti Covid, ma di tutti quei malati cronici che questa emergenza sanitaria rischiava di lasciare senza ossigeno.” “Una volta in possesso della ricetta rossa cartacea del Servizio Sanitario Nazionale, i pazienti potranno contattare il numero verde della ditta fornitrice che, entro massimo 12 ore dalla chiamata, consegnerà al paziente l’ossigeno e imposterà i flussi di terapia. Una procedura che sostituisce un iter molto più farraginoso che subordina la prescrizione dell’ossigeno liquido alla visita dello specialista e all’attivazione del piano terapeutico da parte di quest’ultimo. Una procedura, allo stato attuale, impossibile da seguire, sia nei tempi che nei modi.”

“Poter usufruire più facilmente di ossigeno liquido in questa fase emergenziale rappresenta un vantaggio non solo per i pazienti, ma anche per le Asl. I contenitori criogenici, infatti, avendo una capacità superiore rispetto alle bombole, possono essere utilizzati per più giorni di terapia e ad un costo inferiore.” “La deroga concessa ai medici di Medicina Generale e ai pediatri di libera scelta- concludono – è un atto di responsabilità nei confronti dei cittadini, ma anche degli operatori sanitari. Il servizio di ossigenoterapia domiciliare, infatti, permetterà di decongestionare i nostri ospedali e di offrire cure tempestive a chi effettivamente versa in condizioni gravi.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: