Attualità

Orta Nova, cittadino denuncia esponente della maggioranza. Minacce dopo commenti sui social: “Vengo a casa tua e ti spacco il muso”

La denuncia dell’attivista politico Francesco Volpicelli ha aperto una discussione negli ambienti politici ortesi. L’ex candidato al consiglio comunale ha presentato una denuncia presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Foggia, in cui è stata depositata anche una registrazione delle telefonata, in cui un esponente politico della maggioranza, guidata dal sindaco Domenico Lasorsa, avrebbe minacciato lo stesso Volpicelli, in seguito ad alcuni commenti rilasciati sul web dallo stesso cittadino. “Ti stai allargando troppo ti picchio sul volto, te lo dico ora e non te lo dico più, poca confidenza altrimenti vengo a casa tua e te le do nel muso“, queste le frasi riportate nella denuncia depositata lo scorso 7 Giugno.

In un video pubblicato su Facebook, lo stesso Volpicelli ha chiesto al primo cittadino di prendere le distanze da questo comportamento, ma al momento non è stata registrata alcuna reazione, se non quella dell’Orta Nova Che Vorrei, movimento politico presente in amministrazione, che ha preso le distanze condannando l’accaduto, ed aprendo così una discussione nella maggioranza.

Diverse le reazioni arrivate anche dalle opposizioni, come il consigliere Antonio Di Carlo, che si è chiesto se siamo ancora in una città democratica, esprimendo solidarietà a Francesco Volpicelli.

Ferma condanna è arrivata anche dall’ex sindaco e consigliere di Fratelli D’Italia, Dino Tarantino, che ha espresso solidarietà, ribadendo come in democrazia si debba sempre poter esprimere il proprio pensiero.

Chiedono invece un consiglio comunale monotematico per chiarire quanto accaduto gli esponenti di Rivoluzione Orta Nova, che chiedono inoltre le dimissioni dell’esponente della maggioranza che si è reso protagonista di questo gesto.

Anche il gruppo politico Il “Nastro” ha espresso solidarietà a Francesco Volpicelli: “Le minacce limitano la libertà di espressione. Mi auguro che il sindaco prenda pubblicamente le distanza da chi si e’ macchiato di un atto inqualificabile al fine di limitarne libertà di espressione”.

Senza dubbio una brutta pagina che andrà al più presto chiarita, la libertà di espressione e di pensiero non può essere contraccambiata da episodi di questo tipo, in attesa che la giustizia faccia il suo corso, la politica dovrà offrire risposte adeguate, ad un episodio da condannare senza alcun dubbio.

1 comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: