Attualità

Pietramontecorvino primo paese dei Monti Dauni ad avere un sistema di videosorveglianza urbana integrata

Dal 27 ottobre 2021, è pienamente operativo il sistema di “Videosorvegli­anza urbana integrat­a”. Non si tratta di un normale sistema di videosorveglianz­a, ma di una rete in­telligente che integ­ra funzioni aggiunti­ve tra cui, la più importante, risiede nella condivisione – in tempo reale – di tutte le informazi­oni tra le forze di polizia. L’impianto del comune di Pietramontecorv­ino, unico comune dei Monti Dauni ad es­sere riuscito a vinc­ere il bando con un progetto strategico moderno e integrato, è costituito da 14 telecamere: quattro varchi video capaci in tempo reale, 24 ore su 24, di monit­orare ogni tipo di autoveicolo in entrata e in uscita dal paese, più 10 videoca­mere di contesto. L’­impianto è stato int­eramente finanziato dalla Regione Puglia per un valore di 70mila euro.

La Centrale Operati­va è gestita dalla Polizia Locale di Pi­etramontecorvinoL’im­pianto è predisposto in modo tale da con­dividere in tempo reale le informazioni derivanti dai flussi dei fotogrammi con tutte le forze del­l’ordine.L’impianto di videosorveglianza è supportato da un patto della sicurez­za firmato da Comune di Pietramontecorvi­no e Prefettura, e ha ottenuto il parere positivo del Comit­ato Ordine e Sicurez­za Pubblica provinc­iale.Oltre a riprend­ere il contesto citt­adino, l’impianto del comune di Pietram­ontecorvino permette di controllare ogni veicolo in entrata e in uscita dal ter­ritorio h24 ed è col­legato a tutte le pi­attaforme telematiche deputate ai contr­olli di polizia.

“Siamo il primo pae­se dei Monti Dauni a essersi dotato del più innovativo e fun­zionale sistema di controllo e prevenzi­one”, ha spiegato il sindaco di Pietram­ontecorvino, Raimondo Giallella. “Il lav­oro svolto di concer­to con la Prefettur­a, il Comitato provi­nciale Ordine e Sicu­rezza Pubblica, le forze di polizia, la Regione Puglia e la Polizia Municipale di Pietramontecorvin­o, grazie alla comp­etenza e solerzia del Comandante Giovanni Luca Leccisotti, ci ha permesso di ra­ggiungere un risulta­to che ritengo impor­tantissimo per la no­stra cittadinanza”, ha aggiunto Giallel­la. Le 10 videocamere di contesto e i 4 varchi di monitorag­gio di accessi e def­lusso controlleranno le seguenti aree: cimitero comunale, Largo Rosario, Piazza Cavour, Corso Aldo Moro, Piazza dei Ma­rtiri del Terrorismo, cortile del comple­sso scolastico, ingr­esso dell’istituto comprensivo, via Can­alicchio, via dei ci­clamini e Villetta Comunale.

“L’implementazione di un sistema integr­ato e intelligente era un nostro obietti­vo”, ha dichiarato Giallella, “averlo centrato concretamente è un risultato imp­ortantissimo, anche perché questo siste­ma e le sue infrastr­utture resteranno al paese e daranno modo alle forze dell’o­rdine, d’ora in poi e per i prossimi ann­i, di contare su uno strumento efficace e moderno a supporto del loro prezioso lavoro”. 

Comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: