Cronaca

Blitz anticaporalato in provincia di Foggia, coinvolta la moglie del Prefetto Di Bari che si dimette

Un blitz anti caporalato, avvenuto questa mattina a Manfredonia, ha portato all’arresto di cinque persone, ed al coinvolgimento di altri undici soggetti, tra le quali la moglie del capo del Dipartimento per le libertà civili e immigrazione del Viminale, Michele di Bari. A finire in manette due cittadini stranieri, un senegalese e un gambiano mentre nei confronti degli altri tre arrestati da parte dei carabinieri, sono stati disposti i domiciliari. Per tutti le accuse sono di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. L’operazione è stata effettuata dai carabinieri della compagnia di Manfredonia, e dal nucleo dei carabinieri dell’Ispettorato del lavoro. Una indagine che si è focalizzata nel periodo tra luglio e ottobre del 2020. Nel corso delle indagini è stata anche richiesta l’assoggettamento al controllo giudiziario di dieci aziende agricole riconducibili ad alcune delle persone coinvolte nell’operazione di oggi. Per gli altri 11 indagati, tra i quali appunto la moglie del prefetto Di Bari, è scattato l’obbligo di firma. Il coinvolgimento della moglie del Prefetto Di Bari, ha causato le dimissioni dello stesso, aprendo così una polemica che coinvolgerà tutto il mondo politico italiano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: