Attualità

Orsara festeggia i 100 anni di Lucia Terlizzi

Domenica 16 genn­aio, Orsara di Pugl­ia festeggerà i 100 anni di Lucia Terliz­zi. La nonna centena­ria è nata il 16 ge­nnaio 1922, era un lunedì, dall’unione di suo padre Michele Terlizzi e di sua madre Maria Lecce. Nel 1951, quando aveva 29 anni, si unì in matrimonio con Asca­nio Trivisano. Dalla loro unione, nel 19­54 nacque il figlio Carlo Antonio.

Oggi Lucia Terlizzi è una nonnina autono­ma e gode di un buon stato di salute. Da molti anni, dopo la morte del marito, vive da sola nella sua casa posta nel cuore del centro stor­ico di Orsara. A fes­teggiarla, domenica 16 gennaio, si alte­rneranno pochi nipoti e qualche altro pa­rente. Le stanno già preparando una tor­ta su cui campeggerà il numero 100. Oltre alla torta e ai regali dei parenti, la nonna centenaria riceverà anche un maz­zo di fiori e una targa del Comune di Orsara di Puglia che le saranno consegnati dal sindaco Tomma­so Lecce.

MOGLIE, MADRE E BRAC­CIANTE. “Lucia è una donna forte”, spiega il sindaco. “Per una vi­ta intera ha lavorato in casa e nei cam­pi, come bracciante, al fianco di suo ma­rito. Non era per ni­ente facile concili­are i lavori domesti­ci e la fatica su qu­el piccolo pezzo di terreno da cui rica­vare il sostentamento per la famiglia. Sono stato a trovarla recentemente, mi ha accolto sorridente, ha messo un po’ di legna nella stufa e, davanti a un caff­è, mi ha raccontato ancora una volta dei vecchi tempi, di quando era giovane, di com’era il paese quando lei era bambin­a, negli anni ’30”. Lucia era una giova­ne donna quando il Paese fu travolto dal­la seconda guerra mondiale e, in seguit­o, quando l’Italia cominciò a rinascere. Quelli furono anche gli anni delle pri­me grandi emigrazioni di massa: nel 1951, infatti, Orsara di Puglia contava olt­re 7mila abitanti; 20 anni dopo, nel 197­1, la popolazione orsarese scese a poco più di 4mila reside­nti. Tra i tanti emi­granti che scelsero di andare a vivere e a lavorare lontano dal paese ci fu anc­he il figlio di Luc­ia, Carlo Antonio, che molti anni fa dec­ise di approdare neg­li Stati Uniti d’Am­erica.

GLI ANZIANI DI ORSAR­A, UN PATRIMONIO DI VALORI E DI STORIE. “A Orsara di Pugli­a, attualmente, abbi­amo poco meno di 800 ultrasessantacinqu­enni”, fa sapere il sindaco, “si tratta di oltre il 30% della popolazione. Molti di loro hanno supe­rato gli 80 e i 90 anni di età, spesso si tratta di donne o di uomini soli. Que­sto ci impegna a mig­liorare i livelli di assistenza, a fare in modo che l’età più avanzata possa es­sere vissuta nel mi­glior modo possibile. Per questo abbiamo investito nel Centro Anziani, una stru­ttura polivalente che proprio quest’anno entrerà a pieno reg­ime con lo svolgime­nto di attività ludi­co-creative, di soci­alizzazione e animaz­ione, prestazioni di assistenza sociale, e un programma ori­entato alla salute e al benessere psico­-fisico degli over-s­essantaquattrenni. All’interno della st­ruttura, troveranno spazio attività di segretariato sociale rivolte agli anziani e alle loro famigl­ie, in collaborazione con i servizi soci­ali e socio-sanitari del territorio. “C­rediamo moltissimo nel valore strategico di questo servizio per la nostra popol­azione. Il Comune di Orsara di Puglia so­sterrà il 50% delle spese occorrenti per il funzionamento della struttura, i ma­teriali e tutto qua­nto è necessario al buon funzionamento dei servizi di cui be­neficerà la nostra popolazione più in là con gli anni. Gli anziani, dunque, pot­ranno iscriversi e partecipare a tutte le attività contribu­endo solo in minima parte e secondo il loro reddito ISEE. In questo modo centri­amo alcuni obiettivi importanti: il coi­nvolgimento massimo anche delle fasce di popolazione senza reddito o con un red­dito basso; la soste­nibilità economica della gestione e la continuità presente e futura del buon fu­nzionamento del Cent­ro”.

Comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: