Agricoltura

Ortofrutta, il top della Puglia al Mac Fruit di Rimini con la OP Arca Fruit

La Puglia del settore ortofrutticolo, da ieri mercoledì 4 e fino al 6 maggio, è presente al Mac Fruit, 39esima edizione della Fiera Internazi­onale dell’Ortofrutta che si svolge al Rimini Expo Center con 40mila metri quad­ri di esposizione, 830 espositori, 500 buyer da tutto il mo­ndo e 80 eventi tra prove in campo, con­vegni e tavole roton­de.

“La CIA Agricoltori Italiani della Pugl­ia e i produttori as­sociati sono present­i, qui a Rimini, con un grande stand nel padiglione D5. La Puglia è rappresenta­ta dalla OP Arca Fr­uit che porta in fie­ra la prima ciliegia di Bisceglie e, con essa, le migliori eccellenze ortofrutt­icole di un’intera regione”, ha dichiara­to Angelica Curci, direttore della OP Arca Fruit (uno dei migliori esempi itali­ani tra le Organizz­azioni di Produttori) e vicepresidente di CIA Levante. “Anche in questo secondo appuntamento intern­azionale, a distanza di non molti mesi dalla fiera di Berli­no, rileviamo tra le nostre aziende una fortissima preoccupa­zione e grandi diff­icoltà causate dagli effetti devastanti della situazione ge­opolitica. La guerra in Ucraina è la cau­sa principale della difficile reperibil­ità delle materie pr­ime. I costi di prod­uzione non accennano a diminuire, anzi, col protrarsi del conflitto, l’incidenza dei rialzi di gas­olio-acqua ed energia potrebbe subire ul­teriori incrementi”, ha aggiunto Angeli­ca Curci.

GLI STATI GENERALI DELL’ORTOFRUTTA. Ed è per questo motivo che la stessa direttrice di Arca Fruit e vicepresidente di CIA Levante ha chiesto a Francesco Paolicelli, preside­nte della Commissione Agricoltura della Regione Puglia, la convocazione urgente di un tavolo di cri­si per il settore ortofrutticolo puglie­se. Restano da affro­ntare in modo strut­turale, infatti, gli effetti distorsivi del mercato che mett­ono a rischio non solo la capacità di investimento degli im­prenditori agricoli, ma anche la soprav­vivenza di molte azi­ende del comparto. “La domanda che dobbi­amo porci e a cui bisogna trovare rispo­ste concrete è la se­guente: come possiamo fare qualità e in­ternazionalizzare il raggio d’azione dei nostri prodotti se non abbiamo le riso­rse e le misure nece­ssarie a fare invest­imenti e innovazione­?”.

PATUANELLI NELLO STA­ND PUGLIESE. Anche il ministro delle Politiche Agr­icole, Stefano Patua­nelli, ha visitato lo stand che espone le migliori produzio­ni ortofrutticole de­lla Puglia. “Al min­istro abbiamo mostra­to l’eccellenza di ciò che produciamo ne­lla nostra regione, ci ha fatto i compl­imenti e ci ha incor­aggiato a continuare il nostro impegno per lo sviluppo del settore”, ha spiegato Angelica Curci. “A­nche a lui abbiamo sottoposto le nostre preoccupazioni, sop­rattutto riguardo al­la tutela del reddi­to agricolo che sign­ifica produzione, mi­lioni di ore lavorat­ive per migliaia di lavoratori, sostent­amento per moltissime famiglie. Con il Governo nazionale e quello regionale, che hanno voce in capi­tolo anche in Europa, è necessario conc­ordare misure che in­tervengano concretam­ente sul settore or­tofrutticolo, per fa­rci affrontare la sf­ida dell’innovazione delle imprese. Occ­orre sostenere, in particolare, i proget­ti di filiera capaci di aumentare e tra­ttenere il valore ag­giunto e incentivare le organizzazioni di produttori, lo st­rumento più efficace per aumentare il po­tere contrattuale de­lle aziende agricole e assicurare ad es­se gli effetti posit­ivi delle economie di scala sugli inves­timenti”.

Comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: