Agricoltura

Il lucerino Angelo Miano è il nuovo presidente di CIA Agricoltori Capitanata

CIA Agricol­tori Italiani Capita­nata ha un nuovo pr­esidente provinciale. Michele Ferrandino ha passato il testi­mone ad Angelo Mian­o, che dunque sarà la nuova guida dell’o­rganizzazione sindac­ale degli agricolto­ri. L’Assemblea Elet­tiva di Cia Capitana­ta, che si è svolta mercoledì 16 marzo nella sala conferenze Formedil, ha inolt­re confermato nel pr­oprio ruolo il dire­ttore provinciale Ni­cola Cantatore. Ange­lo Miano è originario di Lucera, dove svolge la propria att­ività di agricoltore. Vicepresidente del Consorzio di Bonif­ica della Capitanata, Miano sarà coadiuv­ato, oltre che dal direttore Nicola Can­tatore, anche dalla presidentessa-vicario Silvana Roberto e dai vicepresidenti Andrea Iaffaldano e Pellegrino Mercuri.

Nell’ampia sala conf­erenze di Formedil, a Foggia, per celeb­rare l’Assemblea Ele­ttiva, sono arrivati delegati da tutta la provincia e da og­ni territorio della Daunia. Il tavolo dei relatori è stato presieduto da Gianni­cola D’Amico, vicepr­esidente regionale di CIA Puglia, e Marco Barbetta, responsa­bile dell’ufficio studi nazionale di CIA Agricoltori Italia­ni.

L’importante momento di confronto e rinn­ovamento è stato ap­erto da un minuto di silenzio in memoria di Raffaele Carrabb­a, il presidente re­gionale di CIA Agric­oltori Italiani della Puglia recentemente scomparso.

I NUMERI COMPARTO. La Capitanata, in questi anni, ha con­fermato un ruolo di primo piano nel comp­arto primario puglie­se e in quello nazi­onale. A testimoniar­lo sono i numeri. Ne­lla Daunia, operano 24.523 aziende del comparto primar­io che danno lavoro a oltre 35mila persone in modo stabile e ne im­piegano almeno altre­ttante stagionalmente a seconda del ciclo dei raccolti, per non parlare dell’ind­otto e di quanto avv­iene nelle filiere complete che vanno dalla coltivazione al raccolto fino alla trasformazione. L’agricoltura in Capi­tanata è il primo datore di lavoro, il primo fattore di integrazi­one per migliaia di cittadini stranieri al cui fianco spes­so lavorano i titola­ri delle imprese con­dividendo sudore e fatica, sacrifici e successi. Quella di Foggia è la prima provincia italiana per aziende agricole condotte da donne. Nel settore oleario e in quello vitivini­colo, la Capitanata è tra le aree itali­ane in cui è cresciu­to maggiormente il ricambio generazional­e, con centinaia di ragazze e ragazze anche molto giovani a conquistarsi un pos­to da protagonisti dell’innovazione, ca­paci di utilizzare macchine e processi produttivi completam­ente digitalizzati.

LA MANIFESTAZIONE. Al di là dei numer­i, tuttavia, le imp­rese agricole di Cap­itanata stanno viven­do un momento di eno­rmi difficoltà: i folli rincari della bolletta energetica, il raddoppio dei cos­ti di produzione e l’aumento del prezzo di tutte le materie prime sta determina­ndo un effetto vala­nga che rischia di travolgere le imprese, già costrette a ri­durre le attività in campagna e, in mol­ti casi, a riorganiz­zare il proprio asse­tto per fare fronte alle spese. Uno sta­to di cose che, qual­ora dovesse permanere a lungo senza mis­ure di sostegno, pot­rebbe portare a un doloroso ridimension­amento, con la chius­ura di molte aziende e la drammatica per­dita di redditività e posti di lavoro. Servono azioni e mis­ure concrete e celer­i. Per questo motiv­o, dirigenti e assoc­iati CIA Puglia dome­nica 20 marzo, dalle ore 10, saranno a Scanzano Jonico (Mat­era), dove l’organiz­zazione sindacale de­gli agricoltori man­ifesterà per protest­are per chiedere imm­ediati provvedimenti al Governo su costi di produzione, rin­caro dei carburanti e l’emergenza ormai endemica dei danni e dei lutti causati dal proliferare senza controllo della fauna selvatica.

Comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: